24 Mar
  • By produzione
  • Cause in

24/25-03-2011: Visita al centro sperimentale di Oviedo

La Fondazione FASTIGI ha organizzato in collaborazione con la Fondazione Barredo e il TST ( Tunnel Safety Testing) che gestisce il centro sperimentale “San Pedro de Anes”, la prima di una serie di visite nel Principato di Asturia, Spagna, nelle giornate del 24 e 25 marzo.

La giornata si è aperta con l’intervento del Presidente del TST, l’Ing.Fernando Garrido, che ha presentato l’attività del centro sperimentale, costruito in maniera tale da poter simulare esercitazioni in caso di emergenza e ha passato in rassegna le varie dotazioni del centro, tra cui la sala conferenze e il centro di controllo e monitoraggio delle gallerie di prova.
E’ intervenuto anche l’Ing. Alessandro Focaracci, Presidente della Fondazione FASTIGI, che ha ringraziato la Fondazione Barredo per l’ospitalità e la collaborazione di questo gemellaggio iniziato nel 2009 che si inquadra in un programma di ricerche congiunte che offre ampie prospettive nel campo della ricerca.

Conclusi i discorsi di apertura è stato effettuato un esperimento al vero sulla galleria simulando una prova di spegnimento di un incendio di potenza pari 5 MW testando gli effetti della ventilazione semitrasversale coadiuvata con ventilatori assiali.

Terminato l’esperimento i partecipanti, provvisti delle apposite tute di sicurezza ,sono entrati in galleria per visualizzare in prima persona gli effetti provocati dall’incendio.
Le prove presso il TST, pongono il problema di innovare il sistema di gestione dei fumi ed in generale i sistemi di protezione per gli utenti ovvero di prevedere sistemi coadiuvanti da accoppiare al sistema di ventilazione, quali ad esempio lo spegnimento automatico e sistemi efficaci di comunicazione agli utenti.

Dopo la visita, i partecipanti , sono stati condotti nell’albergo di Gijòn e poi ad un raffinato locale dove è stata servita una tipica cena asturiana.
Il giorno seguente sono stati condotti ulteriori test al vero sulle ultime innovazioni tecnologiche nel campo della ventilazione costituite dall’utilizzo di ventilatori elettronici.
Tutti i partecipanti hanno manifestato grande interesse per la visita, per le novità delle ricerche condotte e sono, inoltre, rimasti affascinati dalla bellissima città di Gijòn.